Emozioni al concerto "Riflessi di Musica" con i cori "Il Gabbiano" e "Santa Cecilia" - Tavernola in Canto
2177
post-template-default,single,single-post,postid-2177,single-format-quote,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1200,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Emozioni al concerto “Riflessi di Musica” con i cori “Il Gabbiano” e “Santa Cecilia”

La Gazzetta del Mezzogiorno - 29 Aprile 2017

— Emozioni al concerto “Riflessi di Musica” con i cori “Il Gabbiano” e “Santa Cecilia”

Riflessi di Musica

BARLETTA – Un gemellaggio in note nella Cattedrale

Applauditissimo ed emozionante concerto di gemellaggio intitolato “Riflessi di Musica”- nella foto di Pappalettera – quello proposto recentemente nella Cattedrale di Barletta. Due compagini corali di ottimo livello, il Coro polifonico “Il Gabbiano” di Barletta (coro ospitante) diretto da Gianluigi Gorgoglione e la Corale “Santa Cecilia” di Tavernola Bergamasca (BG) (coro ospite) diretto da Alessandro Foresti, si sono avvicendate, donando ai presenti una magica serata all’insegna della buona musica e dell’armonia che specie in questi tempi dovrebbe ispirare le perone a stare insieme e a collaborare per il bene comune. Il Concerto introdotto da alcuni brani polifonici eseguiti con particolare sensibilità musicale ed ottima interpretazione dal coro “Il Gabbiano” che ha eseguito senza accompagnamento, brani delicatissimi tratti dal repertorio moderno della polifonia sacra, è proseguito interamente con un interessante e diversificato programma proposto dalla Corale “S. Cecilia”, che avvalendosi anche della collaborazione del versatile flautista e polistrumentista Angelo Mazzù, ha coinvolto il numeroso pubblico in un entusiasmante percorso musicale. Il repertorio polifonico proposto dal gruppo bergamasco, ha condotto l’ascoltatore nell’arco di circa un’ora in un viaggio spazio-temporale che dall’epoca di J.S.Bach e dal repertorio Europeo, ha raggiunto la musica moderna, la tradizione musicale Africana, attingendo anche dalla produzione musicale del Sud America. Molteplici i bis richiesti e fine concerto in una atmosfera di festosa armonia, partecipazione ed interazione. Va sottolineato, il gradimento tributato a questo evento, dal caloroso e folto pubblico, che così come in rare occasioni, occupava tutti i posti disponibili tanto da trovare anche ascoltatori in piedi nei presi dello spazio dedicato ai cantori che eseguivano il concerto. Questo concerto ha avviato la stagione musicale primaverile Coro Polifonico “Il Gabbiano”, che prossimamente sarà impegnato nei concerti del 13 maggio ad Alessano (LE) e del 14 maggio a Barletta presso la Parrocchia del Buon Pastore. Altre info sul sito www.coroilgabbiano.it