estensione vocale

Estensione vocale


Estensione vocale del Soprano

É la più acuta delle voci femminili e il registro vocale più diffuso tra le voci femminili. Tale categoria comprende anche le voci bianche, ossia le voci dei bambini dalla nascita alla pre-adolescenza.

estensione vocale soprano

L’estensione tipica della voce di soprano è di due ottave, dal do centrale al do sovracuto (do3 – do5).

Estensione vocale del Mezzosoprano

Voce femminile intermedia tra quelle di contralto e soprano.

estensione vocale mezzosoprano

L’estensione tipica della voce di mezzosoprano è di oltre due ottave, dal la grave al si bemolle acuto (la2 – si♭4), tuttavia in casi eccezionali può giungere al do sovracuto (do5).

Al giorno d’oggi, essendo piuttosto rare le donne dal forte timbro scuro di contralto vero e proprio, è il mezzosoprano a sostenerne i ruoli, in virtù delle analogie timbriche e della maggiore corposità ed estensione nel registro basso.

Estensione vocale del Contralto

Designa la più grave delle voci femminili.

estensione vocale contralto

La normale estensione del contralto operistico è convenzionalmente da individuarsi nelle due ottave abbondanti, comprese tra il fa2 e il sol4, ma tale estensione ha carattere puramente indicativo, non mancando certamente le incursioni sia verso la zona più acuta del pentagramma, sia, soprattutto in epoca barocca, verso quella più grave.

estensione della voce

Estensione vocale del Tenore

Designa sia la più acuta delle voci maschili.

estensione vocale tenore

Convenzionalmente, l’estensione della voce di tenore viene indicativamente fissata nelle due ottave comprese tra il do della seconda riga (do2) e il do della quarta (do4). La tessitura più congeniale è compresa, grosso modo, nel tratto sol2-sol3.

Nell’ambito della musica corale, la normale estensione della voce di tenore è più limitata che nel repertorio solistico, raggiungendo al massimo il la in terza riga (la3).

Estensione vocale del Baritono

Voce maschile intermedia tra quelle di basso e tenore.

estensione vocale baritono

Convenzionalmente, l’ estensione della voce di baritono viene indicativamente fissata nelle due ottave comprese tra il la grave e il sol acuto (la1 – sol3), ma spesso può salire al la acuto (e perfino al si bemolle) o scendere al sol grave (sol1 – la3/siFlat.svg3). La tessitura più congeniale è comunque compresa, grosso modo, nel tratto re2-re3.

Estensione vocale del Basso

La più grave tra le voci maschili.

estensione vocale basso

La voce di un basso tipico si estende dal Fa grave al Fa acuto (Fa1 – Fa3). È tipico di tutte le tipologie di voci di basso estendersi con grande diversità di soggetto in soggetto nei gravi (dall’indispensabile Fa grave fino al Do grave), mentre spesso mantengono sempre lo stesso valore verso gli acuti (dal Fa acuto, talvolta uno o due semitoni in più). La tessitura più congeniale è comunque compresa, grosso modo, nel tratto La1-La2.

(Wikipedia)