Exsultate Justi ( Viadana ) - Exultate justi - SATB e MP3
108
post-template-default,single,single-post,postid-108,single-format-standard,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1200,vss_responsive_adv,vss_width_768,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
exsultate justi

Exsultate Justi – Viadana


Exsultate Justi: Il brano

Exsultate Justi in Domino (Salmo 32: 1-3) fa parte del concerto ecclesiastico, op 12, una raccolta di un centinaio di pezzi completata nel 1602. Mottetto a 4 voci con alternanza ritmica. Il pezzo si apre e si chiude con una parte omofonica. Quindi Viadana utilizza le voci per imitare l’arpa e la cetra citati nel salmo.

Esultate, giusti, nel Signore:

*ai retti si addice la lode.

† Lodate il Signore con la cetra,

*con l’arpa a dieci corde a lui cantate.

Cantate al Signore un canto nuovo,

*suonate la cetra con arte e acclamate.

Poiché retta è la parola del Signore

*e fedele ogni sua opera.


L’autore: Lodovico da Viadana

Lodovico da Viadana nasce nella famiglia “Grossi da Viadana”, a Viadana, provincia di Parma nel 1560. In età giovanile entrò nell’ordine dei Francescani Minori e il suo talento lo portò a diventare maestro di cappella, prima a Mantova, poi a Cremona e a Fano. Il suo stile fresco, vitale ed espressivo lo rese molto influente fra i suoi contemporanei, tanto che oggi può considerarsi una figura chiave nella transizione dal Rinascimento al Barocco europeo. La maggior parte del suo lavoro incentrato sulla musica sacra corale sopravvive ancora oggi e si caratterizza per melodie espressive, una impostazione semplice del testo e proporzioni modeste.