Faccia da corista. Perché non sorridi quando canti?
1794
post-template-default,single,single-post,postid-1794,single-format-standard,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1200,vss_responsive_adv,vss_width_768,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
faccia da corista

Faccia da corista


Quanti coristi quando cantano appaiono accigliati? Se avete mai provato a fare una foto decente ai coristi mentre stanno cantando probabilmente vi sarete accorti che almeno la metà di loro ha un’espressione non proprio attraente. Spesso capita che chi dirige si lamenti per l’espressione facciale del corista, ma, cari maestri, cantare e sorridere sono due cose complicate da fare contemporaneamente per tanti motivi diversi.

Il CORISTA NON SORRIDE perché è…


 

  1. …preoccupato

    La faccia da corista è tipica dei “novellini”: non conoscono nessuno (“e se gli altri sono più bravi di me?”), non hanno mai lavorato col maestro (“mi farà cantare da solo?”), e in alcuni casi non hanno mai visto uno spartito (“ma qual è la mia parte?”).

  2. …stanco

    Le prove serali sono una sfida anche per i coristi più entusiasti: è davvero difficile trovare la forza per sembrare energici dopo una dura giornata di lavoro, specialmente se il maestro ha una passione per le ninna nanne.

  3. …concentrato

    Prova tu a sorridere mentre stai impiegando uno dei tuoi 2 neuroni per imparare la canzone e l’altro per isolarti dall’onda d’urto di soprani e tenori.

  4. …confuso

    A volte la concentrazione non basta: è facile perdersi e non sapere esattamente cosa si stia facendo. “Sono io che sbaglio o sono i miei vicini che stanno cantando un’altra parte???”

  5. …altrove

    Beh ammettiamolo: spesso le prove sono un’ottima occasione per fare voli pindarici, estraniarsi dal mondo reale e pensare a cose importanti come…”Dove avrò messo le chiavi dell’auto?”.

  6. …la sua espressione naturale

    Per quanto siano amabili, entusiaste e piene di gioia, sfortunatamente la natura ha dotato alcune persone di un volto impassibile. Non c’è nulla da fare: è la loro faccia, arrendetevi!

  7. …a disagio

    Gli avete tolto lo spartito, lo state facendo cantare in una lingua straniera,  si è alzato alle 5 e ha fatto un viaggio allucinante per raggiungere una località remota, lo avete messo in equilibrio precario su una pedana traballante, è agosto ma il coro è dotato di una sola divisa (invernale), il concerto sta per iniziare e si è scordato di andare in bagno…