O bone Jesu (M.Grancini) - Tavernola in Canto
187
post-template-default,single,single-post,postid-187,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1200,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

O bone Jesu (M.Grancini)

O bone Jesu (M.Grancini)


O bone jesu è un mottetto sacro a cappella per tre voci dispari. Ascolta il brano in formato mp3 per voce singola.

O bone Jesu, o dulcissime Jesu, o piissime Jesu, o Jesu, o Jesu, o Jesu!
Miserere nobis, miserere nobis

O bone Jesu: L’autore

Nato a Milano nel 1605, Michelangelo Grancini fu compositore e musicista. Dopo aver ricoperto per vari anni (1622-1649) il ruolo di organista presso le chiese locali (S. Maria del Paradiso, San Sepolcro, Sant’Ambrogio, Duomo), nel 1650 viene nominato Maestro di Cappella presso il Duomo di Milano, incarico che conservò fino alla morte sopraggiunta nel 1669. Compositore di musica sacra, conosciuto soprattutto nella sua città natale, elaborò un numero molto vasto di opere, tuttavia pochissimi dei suoi lavori furono pubblicati al di fuori del territorio milanese. Oggi nel Duomo di Milano si conservano ancora 200 manoscritti del Grancini, segno che la sua musica fu composta ad uso delle chiese locali. La sua produzione investe tutti i temi liturgici e si articola in mottetti, salmi e messe in stile concertato, generalmente a quattro o più voci.


Tags:
, , , ,