Vaccaj Metodo pratico


Pubblicato prima volta a Londra nel 1834,  il Metodo Pratico di Canto italiano per camera diviso in 15 lezioni di Nicolò Vaccaj è il metodo vocale più popolare in tutto il mondo. Ad oggi, è stato pubblicato in più di 40 edizioni. Vaccaj ha voluto introdurre un approccio organizzato per imparare a cantare, dividendo il suo metodo in 15 lezioni o 15 esercizi per un totale di 22 canzoni. Nella sua prefazione al Metodo Pratico, Vaccaj individua nei dilettanti il suo gruppo di riferimento. Per questo gruppo di studenti ha pensato a canzoni meno impegnative, non arie o oratori. Pertanto, il metodo Vaccaj è più un canto da camera, che una scuola di canto lirico. Questo è il motivo per cui il Metodo Pratico non è considerato un metodo difficile, e si è guadagnato una grande popolarità. vaccaj metodo pratico

Non v’ha dubbio che il Canto italiano pel gran vantaggio che riceve dalla lingua stessa, superiore nella musica a qualunque altra, è quello da cui deve cominciare chi desidera di ben cantare, giacché questo conosciuto, facile resta il cantare in tutti gli altri idiomi se si parlano; il che non sarebbe con altri cominciando. (N.Vaccaj)

Il Metodo Pratico include 22 brani che introducono tre tipi di competenze, intervalli, ornamenti, ed esercizi separati sul recitativo e le arie.

Il Sibelius Academy Department of Vocal Music e il Sibelius Academy Innovation Centre, hanno realizzato un sito con notazioni, testi delle canzoni della collezione del Metodo Pratico di N.Vaccaj, registrazioni di esempi e informazioni di base. Qui di seguito trovate l’elenco  degli esercizi con il link alla relativa pagina.

Numerazione di Vaccaj Incipit Argomenti
I 1a Manca sollecita… La scala
1b Semplicetta tortorella… Intervalli di terza
II 2a Lascia il lido, e il mare infido… Intervalli di quarta
2b Avvezzo a vivere… Intervalli di quinta
III 3 Bella prova é d’alma forte… Intervalli di sesta
IV 4a Fra l’ombre un lampo solo… Intervalli di settima
4b Quell’ onda che ruina… Intervalli di ottava

V 5 Delira dubbiosa… I semitoni
VI 6 Nel contrasto amor accende… Modo sincopato
VII 7 Come il candore… Introduzione alle volate
VIII 8a Senza l’amabile… Le appoggiatura sopra e sotto
8b Benchè di senso privo… L’acciaccatura
IX 9a La gioia verace… Introduzione al Mordente
9b L’augelletto in lacci stretto… Mordente in diversi modi
X 10a Quando accende un nobil petto… Introduzione al grupetto
10b Più non si trovano… Il gruppetto
XI 11 Se povero il ruscello… Introduzione al trillo
XII 12 Siam navi all’ onde algenti… Le volate
XIII 13a Vorrei spiegar l’affanno… Portamento I – Modo per portare la voce
13b O placido il mare… Portamento II – Altro modo

XIV 14 La patria è un tutto… Il recitativo
XV 15 Alla stagion de’ fiori… Riepilogo

 


 

Vaccaj Metodo Pratico: esercitarsi alla lettura dei testi in diversi stili

Lento lettura “giapponese”Ogni sillaba è sottolineata e separata da una pausa. In questo modo la voce può riposare sulle vocali e si spera di controllarla meglio.

Sussurro morbido / articolazione inudibile Un ottimo modo di esercitare i suoni consonantici.

Accento “finlandese” Tutte le parole sono accentati sulla prima sillaba.

Accento “francese” Tutte le parole sono sottolineato sull’ultima sillaba. Questo aiuta la cantante a notare somiglianze tra francese e italiano.

“Cantare” legato Leggere prima le frasi e poi le strofe. Immaginate di essere in un grande palcoscenico a recitare in maniera pomposa e drammatica. E’ un modo educativo per scoprire i confini tra parola e canto. Sostenete la voce parlata nello stesso modo in cui cantate.

Legato, lettura a ritmo Abituatevi a leggere i testi con accompagnamento musicale di pianoforte.

Leggere con un tono di voce normale Leggi il testo della canzone facendo attenzione alle sillabe accentate.