ecce novum gjeilo pdf

Ecce Novum Gjeilo PDF Spartito SATB MP3 Lyrics – Choir Practice

Ecce Novum: il brano

Ecce Novum di Gjeilo, scritto nella splendida cornice del testo in latino, riflette la dolce meraviglia del concepimento e nascita di Gesù. Incluso nell’album “Winter Songs”di Ola Gjeilo, questa incantevole ambientazione corale è caratterizzata da voce lirica, frasi estese e una trama fluida. L’accompagnamento del piano determina movimento circolare attraverso le ripetizioni, il quartetto d’archi (opzionale) aggiunge un substrato dolorosamente bello, che crea una atmosfera suggestiva. Musica corale celeste, affascinante, eterea, di grande richiamo, pura, bella, edificante.
ECCE NOVUM SATB

LYRICS

Ecce novum gaudium,
ecce novum mirum,
Virgo parit filium
quae non novit virum.

Quae non novit virum,
sed ut pyrus pyrum,
gleba fert papyrum
florens lilium. 

Ecce quod natura
mutat sua iura,
virgo parit pura
Dei filium.

TRADUZIONE IN ITALIANO

Ecco una nuova gioia, 
ecco una nuova meraviglia! 
Una Vergine che non ha conosciuto uomo, 
partorisce un figlio. 

Non ha conosciuto uomo, 
ma come l'albero il frutto, 
la terra porta il papiro, 
fiorisce il giglio. 

Ecco come la natura 
muta le sue leggi, 
una pura vergine 
partorisce il figlio di Dio.

Ecce Novum Gjeilo pdf e mp3

Scarica la musica in formato mp3 con voci predominanti (senza accompagnamento).
SOPRANO
CONTRALTO
TENORE
BASSO

Scarica spartito Ecce Novum Gjeilo (SATB) PDF

  1. link1
  2. link 2

Ola Gjielo

Ola Gjeilo è un compositore norvegese che vive a New York City. In Winter Songs unisce il suo amore per la musica corale con la sua passione per l’improvvisazione, gli archi e il piano. L’album rappresenta il suo debutto su una importante etichetta (Decca). Gjeilo ha sviluppato uno stile musicale contemporaneo e familiare.  Molti lo descrivono come cinematografico, evocativo, lussureggiante, narrativo. Le sue armonie contengono echi di Morten Lauridsen, Eric Whitacre, John Adams, Desplat, Newman, Marinelli, Williams, Elgar, Vaughan-Williams e Tavener. Annie Spratt